4 Settembre 2020

Percorsi

Marco Evangelista

A undici anni affianco lo studio della Tromba, scoprendo la musica Jazz, tra I primi un nastro di Duke Ellington Big Band, ed un CD di Dexter Gordon (collana che usciva in edicola “Maestri del Jazz”). L’amore per il Jazz resiste nel tempo ed ascolto decine di dischi, memorizzo e trascrivo assoli di Miles, Lee Morgan, Chet, Clark Terry. 

A 14 anni (‘98) mi iscrivo al corso di Tromba presso il Conservatorio di Napoli S.Pietro a Majella (M° Arena-Megaro-Giordano). Nel Luglio 1999, partecipo alle clinics Berklee in Umbria, che frequenterò anche nel 2000, e 2001, ricevendo il riconoscimento di “Miglior talento 2001” (JeffStout-DavidBoato). Nel 2001 prendo parte come trombettista alla Terni Jazz Orchestra diretta ed arrangiata al tempo da Marco Omicini.

Il 2002 è un anno particolare per me, per la perdita di mio padre. Problematiche dentali legati ai denti del giudizio (devastanti) mi obbligano a lasciare per un periodo abbastanza lungo lo studio della tromba. Dopo un anno di ascessi ho dovuto riprendere da capo – (soltanto a trenta anni ho poi messo un apparecchio dentale che mi riallineasse l’arcata degli incisivi superiori). Consapevole dei limiti che ero costretto ad accettare, quindi ho dovuto spostare l’attenzione sullo strumento sul quale sono nato, cioè il pianoforte. Mi iscrivo nel 2002 al corso di Composizione, presso il Conservatorio “F.Morlacchi” di Perugia. 

Tanto studio. In generale, periodaccio. 2004\2005, militare. Chieti. Periodaccio.

Nel 2005 maturo l’idea di affiancare allo studio accademico, che avrebbe avuto I suoi bei tempi, la conoscenza dei programmi musicali, come Cubase. Costruisco la mia postazione, inizio a sbagliare continuamente, finchè non inizio ad imparare qui e lì (no tutorial al tempo;) visitando studi e persone che lo facevano da prima di me. Esco poco, parlo poco.

Dal 2008 iniziano ad uscire le prime release musicali arrangiate da me, tra Hip-Hop,ReggaeDub,Pop,Elettronica, molte con lo pseudonimo di Magista, molte altre come “ghostproducer” (cioè mi paghi e I diritti sono I tuoi). Nel 2008 esce l’ LP “Comploser” – DegobaRec. Il disco piacque molto nel suo terreno di gioco che era il RedZone, luogo che non avevo mai frequentato, visto che sono un essere diurno, ma andò così. Fu emozionante vedere  l’entusiasmo di centinaia di persone sui battiti della  mia musica.  Ho proseguito nel produrre musica, ho creduto di avere molto da poter fare e mi piaceva, perciò la produzione musicale in studio è stata la mia principale forma professionale, tra alti e bassi, fino ad oggi.

Nel 2011 e 2012 volo due volte verso Addis Abeba (Ethiopia), come collaboratore  ad un progetto musicale sviluppato dall’ass. Y.O.W. Realizzo le musiche del Docufilm “YouthsOfShasha” e  tengo corsi di musica ai ragazzi di Shashamane, piccola località nel Sud dell’Ethiopia. Esperienza unica. Parallelamente a questo, dal 2012 ho iniziato lo sviluppo di un personale ed inedito approccio all’armonia musicale, da me chiamato “Tavola dei Suoni Espansi – Il Nuovo Metodo Musicale Armonico-Geometrico”. Lo studio diviene tema centrale della mia Tesi di Laurea di II Livello, presso il Conservatorio “F.Morlacchi” in “Composizione, Direzione di coro e Musica Antica” (2015) – (M°Ciuffa-Bracci-Borgioni-Cocco-Santocchi-Alandia). Nel 2016 vengo invitato a presentare il metodo conuna conferenza al festival  “Segnali”. 

Lo studio diventa una pubblicazione in doppia versione Italiano-Inglese, disponibile in formato cartaceo (www.lulu.com)2018.

2016, 4 mesi di tour con artisti reggae tra italia e California, di cui un mese in circa sei città della California. 2017\2020 Maestro di Tastiera presso la Scuola Primaria di Magione. Fantastico! Nel 2019 pubblico il mio album indipendente “Musical Heritage”, un percorso di vari anni in cui ho riunito le idee e ho fatto incontrare tra loro “tracce” di ascolti e pensieri.

Dal 2017 gestisco e condivido uno spazio-studio musicale con cari amici e collaboratori (CavelabMusicFactory-cavelab.it), dove sviluppo la mia musica, lavori e collaborazioni con alcune realtà locali, prestazioni on-line…visti I tempi. Ho ripreso in mano la tromba da tre anni, e condivido la passione per il Jazz in Jam con buoni amici e nel 4tet “EasyJazzProject”, con alla voce la mia amata compagna, Barbara, talentuosa cantante, e  madre di tre figli meravigliosi.